Questo sito utilizza cookie tecnici.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Cookie

Cosa sono i Fondi Strutturali Europei?
I Fondi strutturali e di investimento europei (Fondi SIE) sono i principali strumenti finanziari della politica regionale dell'Unione europea il cui scopo è quello di rafforzare la coesione economica, sociale e territoriale riducendo il divario fra le regioni più avanzate e quelle in ritardo di sviluppo (art. 174 TFUE).
I Fondi SIE si inseriscono all'interno della politica di coesione, definita dal Trattato sull'Unione come obiettivo fondamentale del processo di integrazione economica europea. La politica di coesione sostiene la creazione di posti di lavoro, la competitività tra imprese, la crescita economica, lo sviluppo sostenibile e il miglioramento della qualità della vita dei cittadini in tutte le regioni e le città dell'Unione europea. Nell'ambito della finalità generale della coesione, ciascuno dei Fondi Strutturali (Fondo Sociale Europeo e Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale) persegue specifiche missioni (cfr box "Le missioni dei due Fondi Strutturali"). La politica di coesione fornisce il quadro di riferimento necessario alla realizzazione degli obiettivi della strategia Europa 2020 per unacrescita intelligente, sostenibile e inclusiva nell'Unione europea entro il 2020.
La politica di coesione si basa sul cofinanziamento nazionale o regionale. Si tratta di un sistema che induce gli Stati membri a mantenere il loro impegno di investimento e di crescita anche in periodi di recessione. Inoltre, gli interventi finanziari dell'Unione devono essere aggiuntivi rispetto alla ordinaria spesa pubblica degli Stati, secondo il principio dell'addizionalità sancito dai regolamenti europei.
Le risorse previste da questi fondi vengono distribuite secondo una programmazione settennale.
Al fine di rafforzare il sistema dell'istruzione e della formazione, il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) ha già promosso la realizzazione di interventi finanziati dai Fondi Strutturali durante tre cicli di programmazione (1994-1999; 2000-2006 e 2007-2013).
Per il periodo di programmazione 2014-2020, il MIUR sarà responsabile dell'attuazione del Programma Operativo Nazionale "Per la Scuola. Competenze e ambienti per l'apprendimento", che prevede interventi di sviluppo delle competenze, finanziati dal FSE, ed interventi per il miglioramento degli ambienti e delle attrezzature per la didattica, finanziati dal FESR.
Di seguito sono indicati i bandi ai quali ha scuola ha partecipato  ottenendo l'autorizzazione ed il finanziamento. Per ciascuno di essi, oltre ad una breve descrizione del progetto, sono riportati i documenti relativi alla sua realizzazione.
 
Fondi Strutturali Europei – Programma Operativo Nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020. Programma Operativo Complementare “Per la Scuola. Competenze e ambienti per l’apprendimento» 2014-2020” Asse I – Istruzione – Fondo di Rotazione. In coerenza con Asse I – Istruzione – Fondo Sociale Europeo (FSE) - Obiettivo Specifico 10.2 – Azione 10.2.2. sottoazione 10.2.2A “Competenze di base”.
Avviso pubblico per lo sviluppo del pensiero logico e computazionale e della creatività digitale e delle competenze di “cittadinanza digitale” Prot. 2669 del 03/03/2017.
Progetto CODING NELLA DIDATTICA - CIP 10.2.2A-FdRPOC-PI-2018-149
L'Istituto Comprensivo Sebastiano Taricco promuove l'aumento delle certificazioni finali o di altre forme di riconoscimento e mappatura delle competenze per i percorsi Formativi, dedicati a competenze informatiche/tecniche specifiche, conseguiti dalle studentesse e dagli studenti Innalzamento dei livelli delle competenze in base ai moduli scelti. Aumento nella partecipazione a hackathon, concorsi, gare e contest nazionali e/o internazionali (es. riferiti a coding, making, robotica) e con utilizzo di metodi e didattica laboratoriali
Scratch è un ambiente di sviluppo semplificato per la creazione di applicazioni, giochi e storie
interatttive. Arduino è un dispositivo basato su microcontrollore che permette di realizzare diversi tipi di circuiti elettronici.La programmazione e il coding sono due strumenti potenti dal punto di vista educativo in quanto consentono di lavorare su competenze trasversali e specifiche allo stesso tempo. Inoltre rendono palese il collegamento tra saperi in qualche modo astratti, quali il linguaggio della matematica e della logica, e aspetti applicativi propri delle scienze, dell’ingegneria e della tecnologia. Il progetto prevede l'utilizzo di Scratch, quale ambiente di sviluppo semplificato per la creazione di applicazioni, giochi e storie interattive, e di Arduino, dispositivo basato su micro-controllore, che permette di realizzare diversi tipi di circuiti elettronici. L'utilizzo di Scatch e di Arduino permette agli alunni di mettersi in gioco individualmente e in gruppo, in un ambiente di apprendimento motivante e significativo, per attivare strategie relative al "problem posing" e al "problem solving" e per addentrarsi in modo più specifico nel linguaggio di programmazione. Al termine del progetto si prevede la partecipazione all'Italian Scratch Festival 2018 con un elaborato.
Obiettivi del progetto: promuovere lo sviluppo e la consapevolezza dei processi inerenti il problem posing e il problem solving all’interno di contesti significativi che favoriscano l’esplorazione dei saperi, la condivisione, la collaborazione, la creatività; avvicinare gradualmente docenti ed alunni al coding inteso come nucleo capace di generare contemporaneamente saperi, abilità e competenze sia disciplinari che trasversali; attivare forme di collaborazione tra docenti ed alunni di diversi ordini di scuola al fine di divenire realmente attori all’interno del processo collettivo di costruzione delle conoscenze; offrire occasioni concrete per allenare spirito di iniziativa, perseveranza e strategie per affrontare l’errore; inserire la dimensione scolastica all’interno della società contemporanea e fornire competenze spendibili nella vita presente e futura.
I destinatari del progetto sono i bambini della classe quinta della Primaria e delle classi prima e seconda della Secondaria di Primo grado. con i quali si andrà a costituire un gruppo misto. Dalle osservazioni sistematiche dei docenti, fatte nell’ambito degli incontri Team e dei Consigli di Classe, nasce la necessità di un lavoro mirato allo sviluppo di competenze linguistiche e tecnologiche, attraverso una proposta laboratoriale che vada oltre l’orario di lezione. Durante le assemblee con i genitori sono state individuate le necessità di prolungare, quando possibile, l’orario di permanenza a scuola dei bambini e dei ragazzi, a causa delle realtà lavorative delle famiglie. Nella fase di elaborazione di questo progetto, gli insegnanti hanno concordato alcuni criteri di massima per la costituzione dei gruppi: i bambini per i quali si prevede l’attività progettuale sono individuati dagli insegnanti, con il consenso delle famiglie, attraverso una analisi collettiva dei loro bisogni, in particolar modo rispetto alle necessità di inclusione.
01 - Avviso Prot.n.2669_17 Pensiero computazionale e cittadinanza digitale 
 
Fondi Strutturali Europei – Programma Operativo Nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020. Asse I – Istruzione – Fondo Sociale Europeo (FSE).Obiettivo Specifico 10.2 – Miglioramento delle competenze chiave degli allievi, anche mediante il supporto dello sviluppo delle capacità di docenti, formatori e staff. Azione 10.2.1 Azioni specifiche per Fondi Sla scuola dell’infanzia (linguaggi e multimedialità –espressione creativa espressività corporea) Azione 10.2.2. Azioni di integrazione e potenziamento delle aree disciplinari di base (lingua italiana, lingue straniere, matematica, scienze, nuove tecnologie e nuovi linguaggi, ecc.). Avviso AOODGEFID\Prot. n. 1953 del 21/02/2017. Competenze di base.
 
Azione 10.2.1 Azioni specifiche per Fondi Sla scuola dell’infanzia (linguaggi e multimedialità –espressione creativa espressività corporea)
Progetto I LINGUAGGI DELLA CREATIVITA  - CIP 10.2.1A-FSEPON-PI-2017-8
L’Istituto Comprensivo Sebastiano Taricco promuove i linguaggi della creatività in tutti gli ordini di scuola come mezzo trasversale per lo sviluppo di una personale sensibilità nei confronti del bello. Tali linguaggi vedono gli alunni sperimentare con il corpo, manipolare, esplorare materiali pittorici e sonori attraverso attività che hanno carattere concreto, attivo e multidisciplinare e che richiamano la curiosità e la motivazione.Un percorso di attività musicoterapiche e lezioni di yoga coniugate trasversalmente con attività artistiche per valorizzare l'unicità di ogni bambino rinforzando la personalità dopo una fase di presa di coscienza. La musica, il movimento e la rappresentazione grafica usate come parametro relazionale non verbale, attraverso il quale è possibile costruire una relazione con i bambini rispettando la loro diversità e lasciando questi ultimi liberi di esprimersi. L'esplorazione artistica diventa occasione per stimolare la creatività Che incide su tutti gli altri apprendimenti. Il materiale esplorato con il corpo, con la musica, con l'arte e le osservazioni di luoghi ed opere, aiutano a migliorare le capacità percettive, a coltivare il piacere della fruizione, della produzione, dell'invenzione e ad avvicinare alla cultura e al
patrimonio artistico del nostro territorio.
Gli obiettivi di questo progetto sono: 1) Acquisire consapevolezza del proprio corpo e di quello degli altri padroneggiando gli schemi motori di base; 2) Utilizzare gli aspetti comunicativo-relazionali del messaggio corporeo; 3) Collaborare al fine di conseguire un risultato comune; 4) Sviluppare la motricità fine e la coordinazione oculo-manuale; 5) Padroneggiare gli strumenti necessari ad un utilizzo consapevole del patrimonio artistico; 6) Scoprire il paesaggio sonoro attraverso attività di percezione e produzione musicale, utilizzando voce e corpo; 7) Sviluppare il senso dell'identità personale, percepire le proprie esigenze e i propri sentimenti, ed esprimerli in modo sempre più adeguato; 8) Saper giocare in modo creativo e costruttivo con gli altri, saper argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini; 9) ascoltare, prestare aiuto, interagire nella comunicazione, nel gioco e nel lavoro; 10)costruire, condividere e accettare gradualmente le regole nel quotidiano; 11) rispettare le regole, i ritmi e le turnazioni; 12) rispettare nei compagni tempi e modalità diverse.
I destinatari del progetto sono i bambini di 4 e 5 anni, con i quali si andrà a costituire un gruppo misto. Dalle osservazioni sistematiche dei docenti nasce la necessità di un lavoro mirato allo  sviluppo di competenze motorie, artistiche e musicali attraverso una proposta laboratoriale che vada oltre l’orario di lezione. Durante le assemblee con i genitori sono state individuate le necessità di prolungare, quando possibile, l’orario di permanenza a scuola dei bambini, a causa delle realtà lavorative delle famiglie.in un incontro preparatorio del progetto tutte le insegnanti hanno concordato alcuni criteri di massima per la costituzione del gruppo: i bambini per i quali si prevede l’attività progettuale, sono individuati dalle insegnanti, con il consenso delle famiglie, attraverso una analisi collettiva dei loro bisogni, in particolar modo rispetto alle necessità di inclusione, di appropriazione di competenze motorie, artistiche, comunicative, relazionali, musicali, di presa di coscienza del sé; in caso di numeri eccedenti, viene data precedenza ai bambini di 5 anni.
 
 
Azione 10.2.2 Azioni di integrazione e potenziamento delle aree disciplinari di base (lingua italiana, lingue straniere, matematica, scienze, nuove tecnologie e nuovi linguaggi, ecc.)
Progetto RINFORZI COGNITIVI ... CURIOSI  - CIP 10.2.1A-FSEPON-PI-2017-9
Obiettivo della scuola è quello di far nascere “il tarlo” della curiosità, lo stupore della conoscenza, la voglia di declinare il sapere con la fantasia, la creatività, l’ingegno, la pluralità delle applicazioni delle proprie capacità, abilità e competenze … La società dell’informazione e della conoscenza ha messo fortemente in crisi le strutture gerarchiche, favorendo processi orizzontali e reticolari, allo sviluppo dei quali il web 2.0 ha contribuito ponendo al centro l’individuo e i suoi bisogni. Questo cambio di paradigma non può non interessare anche la scuola, come ci ricordano le “Indicazioni per il Curricolo della Scuola dell’Infanzia e del Primo Ciclo d’Istruzione”: “il ‘fare scuola’ oggi significa mettere in relazione la complessità di modi radicalmente nuovi di apprendimento con un’opera quotidiana di guida, attenta al metodo, ai nuovi media e alla ricerca multi-dimensionale. La definizione e la realizzazione delle strategie educative e didattiche tengono conto della singolarità e complessità di ogni persona, della sua identità, delle sue aspirazioni e delle sue fragilità, nelle varie fasi di sviluppo e di formazione. La centralità della persona, il nuovo umanesimo e l’apertura al territorio trovano nell’ambiente di apprendimento il contesto idoneo per organizzare i saperi e per stare bene: benessere e accoglienza, flessibilità, identità e socialità sono le parole chiave che guidano questa progettazione. Un attenzione particolare alle competenze di base in chiave innovativa, per andare incontro alle esigenze di tutti gli alunni. Con il presente progetto la scuola si propone di rinforzare alcune competenze di base rispetto alla lingua italiana, alla matematica in modo da incidere maggiormente sull’educazione alle regole, per esempio attraverso il gioco degli scacchi, e alla lingua inglese sia nella scuola primaria sia nella scuola secondaria di primo grado. Si ritiene che la pratica scacchistica stimoli le competenze logiche, affini l’intuizione e le capacità gestionali di qualunque situazione, produca l’accettazione dei propri limiti e degli insuccessi, consolidi il rispetto delle regole e dell’avversario, l’esercizio della pazienza e della correttezza. Favorendo l’educazione al piacere dell’impegno mentale ci si propone anche di favorire l’educazione al senso sociale e di comunità, di favorire i rapporti tra pari nel gruppo per la socializzazione e accrescere il senso critico ed autocritico. Un lavoro sui linguaggi pubblicitari e i media può aiutare i ragazzi a comprendere sempre meglio i meccanismi della comunicazione, imparando ad usare la lingua nella sua varietà di funzioni e forme e anche come veicolo di valori culturali. Anche l'approccio alla lingua inglese con la guida di un insegnante madrelingua va nella direzione di attrezzare gli alunni ad una cittadinanza attiva perchè sappiano sempre di più aprirsi al mondo. Questo progetto viene proposto ad alunni di scuola primaria e secondaria. L'alta percentuale di alunni con certificazione BES e alunni di origine straniera unite all'osservazione delle modalità di lavoro degli alunni fatte dai loro docenti e discusse in occasione dei Consigli di Classe e nelle riunioni di team, suggeriscono ai docenti la scelta di attività alternative alla lezione frontale e in particolar modo la scelta dell'attività del gioco degli scacchi e la scelta di un approfondimento del linguaggio pubblicitario attraverso attività mirate. Anche in riferimento alle attività di lingua inglese ci si rivolge sia a alunni di scuola primaria sia a quelli di scuola secondaria di primo grado cercando una continuità verticale, Le difficoltà di relazione e comunicazione tra pari possono essere affrontate in contesti guidati e possono costituire modelli per la vita quaotidiana. Anche le differenze linguistiche di alunni di etnie diverse vengono affrontate e superate con meccanismi comunicativi diversi dalla lezione frontale.
 

Bando 10.1.1A - “Progetti di inclusione sociale e lotta al disagio nonché per garantire l’apertura delle scuole oltre l’orario scolastico soprattutto nelle aree a rischio e in quelle periferiche” - Codice Identificativo Progetto 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22
Progetto “CAMPO BASE”
  

Il campo base è il campo principale costituito da uno o più tende di una spedizione utilizzato come punto di appoggio e di partenza per la scalata di una montagna. In questo progetto la scuola costituisce il campo base da cui partire per trovare sul territorio le risposte ai bisogni educativi e di apprendimento dei soggetti più vulnerabili. Benché nel nostro Istituto la situazione non sia drammatica a livello di abbandoni e di dispersione, anche grazie al lavoro svolto dalla scuola in sinergia con le altre agenzie educative, la presenza di alunni con difficoltà scolastiche e emotivo/relazionali è significativa, anche in relazione alla presenza di alunni stranieri (15,8%), con BES (4,3%) e disabili (3,31%), oltre ad un numero crescente di situazioni di disagio  sociale e/o famigliare. Nell'incontro tra l'alunno e l'istituzione scolastica si riscontrano, quindi, in alcuni casi difficoltà di apprendimento che hanno matrici diverse e complesse, difficoltà che a volte creano muri tra la scuola e i ragazzi bloccando la comunicazione e la stessa acquisizione di competenze. Questi alunni finiscono per diventare quasi impermeabili all’apprendimento: alcuni perché hanno limiti cognitivi e difficoltà nell'apprendere, altri perché hanno scelto di non investire più nel loro percorso scolastico e risultano apatici, altri ancora perché hanno problemi di natura emotivo/relazionale. Il risultato è il progressivo costruirsi in questi alunni di una percezione della loro esperienza di vita in compartimenti stagni all’interno dei quali la scuola e l’apprendimento assumono una sempre minore attribuzione di valore, minore investimento e scollamento con gli altri contesti di vita. Il progetto intende promuovere il superamento di queste cesure e permeare tra loro competenze, soggetti, contesti, modalità di lavoro al fine di stimolare anche nei ragazzi più deboli un recupero dell’autostima e della motivazione (per me) e delle abilità che formino competenze di cittadinanza e life-skills.
Le attività sono state pensate per rispondere all’emergere delle problematiche più evidenti con il crescere dell’età dei ragazzi, ma anche in funzione preventiva cominciando ad operare con i più piccoli in un’ottica di continuità. Si è tenuto conto anche della complessità e della policentricità del nostro istituto comprensivo costituito da 9 plessi su due Comuni.
Il successo formativo inteso come “pieno sviluppo della persona umana” è un traguardo individuale e nello stesso tempo sociale. Questo progetto ci permette di immaginare una scuola che può progettare i suoi percorsi organizzativi, in maniera autonoma e responsabile, rispondendo del risultato formativo degli alunni e a tale scopo ci proponiamo i seguenti obiettivi: • aumentare l'autostima valorizzando le abilità innate e i diversi tipi di intelligenza; • sostenere l'attività curricolare potenziando le competenze di base; • incrementare l’autostima e sviluppare positive relazioni interpersonali, anche attraverso il reciproco aiuto nella gestione delle attività organizzate; • sviluppare il senso di appartenenza all’Istituzione scolastica offrendo la scuola come punto di riferimento; • migliorare la motricità e la manualità; • promuovere l'utilizzo di linguaggi espressivi e digitali; • promuovere l'educazione fra pari. 
01 - Proposta progettuale Progetto FSE PON CAMPO BASE-signed_2.pdf
02 - Autorizzazione Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22-signed.pdf
03 - Dettaglio CUP Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22.pdf
04 - Determina Dirigente Scolastico Nomina RUP Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
05 - Disseminazione Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed_0.pdf
06 - Decreto assunzione a PA 2017 Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
07 - Foglio pubblicitario Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22.pdf
08 - Determina a contrarre acquisto targhe pubblicitarie Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
09 - ORDINE_4086215 acquisto targhe pubblicitarie Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
09 c - Targa pubblicitaria Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22.pdf
10 - Avviso interno ESPERTO-TUTOR-FIGURA AGGIUNTIVA Modulo SCUOLA APERTA A NARZOLE Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
11 - Avviso interno ESPERTO-TUTOR Modulo POTENZIAMENTO COGNITIVO MOTIVAZIONALE NARZOLE Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
12 - Accettazione ORDINE_4086215 Targhe pubbllicitarie Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22.pd
15 - Nomina Commissione valutazione candidature Modulli SCUOLA APERTA A NARZOLE e POT.TO COGN.VO MOT.LE NARZOLE Prog. FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
19 - Graduatoria provvisoria Avviso interno ESPERTO-TUTOR-FIGURA AGGIUNTIVA Modulo SCUOLA APERTA NARZOLE Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf 
20 - Graduatoria provvisoria Avviso interno ESPERTO-TUTOR Modulo POT.TO COGN.VO MOT.LE NARZOLE Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
21 - Graduatoria definitiva Avviso interno ESPERTO-TUTOR-FIGURA AGGIUNTIVA Modulo SCUOLA APERTA NARZOLE Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
22 - Graduatoria definitiva Avviso interno ESPERTO-TUTOR Modulo POT.TO COGN.VO MOTIV.LE NARZOLE Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
23 - Incarico ESPERTO INTERNO Modulo SCUOLA APERTA A NARZOLE Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
24 - Incarico TUTOR Modulo SCUOLA APERTA A NARZOLE Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
24 - Incarico TUTOR Modulo SCUOLA APERTA A NARZOLE Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed_0.pdf
25 - Incarico FIGURA AGGIUNTIVA Modulo SCUOLA APERTA A NARZOLE Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed_0.pdf
26 - Incarico ESPERTO INTERNO Modulo POTENZIAMENTO COGNITIVO MOTIVAZIONALE NARZOLE Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed_0.pdf
27 - Incarico TUTOR Modulo POTENZIAMENTO COGNITIVO MOTIVAZIONALE NARZOLE Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed_0.pdf
33 - Avviso interno selezione ESPERTI-TUTOR-FIGURE AGGIUNTIVE Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed_0.pdf
34 - Avviso interno REFERENTE PER LA VALUTAZIONE Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
35 - Avviso interno SUPERVISORE Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
36 - NominaCommissioneValutazione candidature ESPERTO-TUTOR-FIGURA AGGIUNTIVA-REFERENTE VALUTAZ.-SUPERVISORE Prog. FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
39 - Graduatoria provvisoria ESPERTO-TUTOR-FIGURA AGGIUNTIVA-REFERENTE VALUTAZIONE-SUPERVISORE Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
40 - Graduatoria definitiva ESPERTO-TUTOR-FIGURA AGGIUNTIVA-REFERENTE VALUTAZIONE-SUPERVISORE Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
41 - Incarico ESPERTO FORMATORE Modulo SEMPRE PIU\' IN ALTO Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
42 - Incarico TUTOR D\'AULA Modulo SEMPRE PIU\' IN ALTO Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
43 - Incarico FIGURA AGGIUNTIVA Modulo SEMPRE PIU\' IN ALTO Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed_0.pdf
44 - Incarico ESPERTO FORMATORE Modulo MI MUOVO Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
45 - Incarico TUTOR D\'AULA Modulo MI MUOVO Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
46 - Incarico FIGURA AGGIUNTIVA Modulo MI MUOVO Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
47 - Incarico ESPERTO FORMATORE Modulo OPEN FOR ALL Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
48 - Incarico TUTOR D\'AULA Modulo OPEN FOR ALL Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
49 - Incarico FIGURA AGGIUNTIVA Modulo OPEN FOR ALL Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
50 - Incarico ESPERTO FORMATORE Modulo SCUOLA APERTA Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
51 - Incarico TUTOR D\'AULA Modulo SCUOLA APERTA Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
52 - Incarico FIGURA AGGIUNTIVA Modulo SCUOLA APERTA Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed_0.pdf
53 - Incarico ESPERTO FORMATORE Modulo POTENZIAMENTO COGNITIVO E MOTIVAZIONALE RORETO Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
54 - Incarico TUTOR D\'AULA Modulo POTENZIAMENTO COGNITIVO E MOTIVAZIONALE RORETO Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
55 - Incarico FIGURA AGGIUNTIVA Modulo POTENZIAMENTO COGNITIVO E MOTIVAZIONALE RORETO Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
56 - Incarico ESPERTO FORMATORE Modulo POTENZIAMENTO COGNITIVO E MOTIVAZIONALE CHERASCO Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
57 - Incarico TUTOR D\'AULA Modulo POTENZIAMENTO COGNITIVO E MOTIVAZIONALE CHERASCO Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
58 - Incarico FIGURA AGGIUNTIVA Modulo POTENZIAMENTO COGNITIVO E MOTIVAZIONALE CHERASCO Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
59 - Incarico REFERENTE PER LA VALUTAZIONE Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
60 - Incarico SUPERVISORE PARTE DIDATTICA E PARTE ORGANIZZAZIONE Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-22-signed.pdf
63 - Dichiarazione esito parziale avviso interno selezione ESPERTO FORMATORE Modulo OPEN FOR ALL Progetto PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FESPON-PI-2017-27-signed.pdf
64 - Avviso selezione ESPERTO MODULO OPEN FOR ALL Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22-signed.pdf
65 - Comunicazione istituti scolastici avviso selezione ESPERTO FORMATORE Modulo OPEN FOR ALL Progetto PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22-signed.pdf
70 - Determina a contrarre servizio trasporto Modulo MI MUOVO PON FSE CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22-signed.pdf
71 - Affidamento noleggio autobus con conducente attività motorie Modulo MI MUOVO Progetto PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-27-signed.pdf
73 - Determina a contrarre Attività laboratoriali Modulo POTENZIAMENTO COGNITIVO E MOTIVAZIONALE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22-signed_0.pdf
74 - Attività laboratoriali Modulo POTENZIAMENTO COGNITIVO E MOTIVAZIONALE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22-signed.pdf
75 - Nomina Commissione valutazione candidature ESPERTO FORMATORE MODULO OPEN FOR ALL Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22-signed.pdf
76 - Consegna documentazione candidature ESPERTO FORMATORE MODULO OPEN FOR ALL Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22-signed.pdf
77 - Valutazione candidature ESPERTO FORMATORE MODULO OPEN FOR ALL Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22-signed.pdf
77 a - Griglia valutazione candidature ESPERTO FORMATORE MODULO OPEN FOR ALL Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22-signed.pdf
85 - Graduatoria provvisoria ESPERTO FORMATORE MODULO OPEN FOR ALL Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22-signed.pdf
86 - Graduatoria definitiva ESPERTO FORMATORE MODULO OPEN FOR ALL Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22-signed.pdf
88 - Incarico ESPERTO FORMATORE Modulo OPEN FOR ALL Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22-signed.pdf
90 - Determina a contrarre servizio trasporto Modulo SEMPRE PIU\' IN ALTO Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22-signed.pdf
98 - Determina a contrarre servizio trasporto Modulo OPEN FOR ALL Progetto FSE FSE CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22.pdf
100 - Affidamento noleggio autobus con conducente Modulo OPEN FOR ALL Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON.pdf
101 - Determina 0094 Servizio trasporto Modulo POTENZIAMENTO COGNITIVO MOTIVAZIONALE CHERASCO Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON.pdf
102 - Affidamento noleggio autobus con conduc attività motorie Modulo POTENZIAMENTO COGNITIVO E MOTIVAZIONALE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22 -signed.pdf
104 - Determina 0098 Organizzazione servizi Modulo SEMPRE PIU\' IN ALTO FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22-signed.pdf
105 - Affidamento organizzazione servizi Modulo SEMPRE PIU\' IN ALTO FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22.pdf
106 - Determina 0097 Servizio trasporto Modulo SEMPRE PIU\' IN ALTO Progetto FSE FSE CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22-signed.pdf
107 - Affidamento noleggio autobus 11-13.07.18 Modulo SEMPRE PIU IN ALTO Progetto PON FSE CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22-signed.pdf
109 - Determina 0099 beni alimentari soggiorno attività motorie Modulo SEMPRE PIU\' IN ALTO FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22-signed.pdf
110 - Affidamento fornitura beni alimentari soggiorno attività motorie Modulo SEMPRE PIU\' IN ALTO FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22-signed.pdf
112 - Incarico attività direzione e coordinamento Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22-signed.pdf
113 - Incarico attività gestione amministrativa e contabile Progetto FSE PON CAMPO BASE CIP 10.1.1A-FSEPON-PI-2017-22-signed.pdf
 
Bando 10.8.1.A3 - Ambienti Digitali - Codice Identificativo Progetto 10.8.1.A3-FESRPON-PI-2015-199
Progetto "Bring Your Own Device - Sviluppo e Innovazione
Nella progettazione e realizzazione di un ambiente digitale di nuova generazione al servizio di una molteplicità di stili e metodi di insegnamento/apprendimento si propongono tre modelli:
SPAZI ALTERNATIVI per l'apprendimento: ambienti in genere più grandi delle aule per accogliere attività diversificate, più classi, gruppi classe (verticali, aperti, ecc.), in plenaria, per piccoli gruppi, ecc.; con arredi e tecnologie per la fruizione individuale e collettiva che permettono la rimodulazione continua degli spazi in coerenza con l'attività didattica prescelta; date queste caratteristiche, uno spazio simile può essere finalizzato anche
alla formazione docenti interna alla scuola o sul territorio.
LABORATORI MOBILI: dispositivi e strumenti mobili (per varie discipline, esperienze laboratoriali, scientifiche, umanistiche, linguistiche, digitali e non) in carrelli e box mobili, a disposizione di tutta la scuola, che possono trasformare un'aula normale in uno spazio multimediale e di interazione; l'aula si trasforma così in uno spazio in grado di proporre una varietà di configurazioni: dai modelli più tradizionali al lavoro in gruppi.
AULE "AUMENTATE" dalla tecnologia: un numero congruo di aule tradizionali arricchite con dotazioni per la fruizione collettiva ed individuale del web e di contenuti, per l'interazione di aggregazioni diverse in gruppi di apprendimento, in collegamento wired o wireless, per una integrazione quotidiana del digitale nella didattica.
01 - Autorizzazione Ambienti Digitali CNIC825007_3_14448_2_1.pdf